Tagliapasta

 

 

 I tagliapasta sono strumenti molto noti in cucina, dove si usano prevalentemente per tagliare paste, impasti di torte e biscotti, paste modellabili come pasta di zucchero o pasta di mandorle, impasti di pane e altro ancora. Per questo tipo di uso, il materiale di cui sono fatti i tagliapasta non ha molta importanza: possono essere di plastica, di legno, di acciaio… persino un bicchiere può fungere da tagliapasta!

Non è così invece quando si tratta di tagliare verdure, formaggi e salumi. In questi casi è indispensabile che gli strumenti siano di acciaio, perché sono più sottili e, per quanto possibile, affilati. Riescono quindi a penetrare nella polpa delle verdure e a recidere i filamenti nervosi dei salumi, oltre che a tagliare di netto i tramezzini senza sfilacciare i bordi del pane.

Un altro vantaggio dei tagliapasta in acciaio è che solitamente sono più alti delle rispettive forme in plastica e dunque permettono una più ampia possibilità di utilizzi.

Esistono tagliapasta semplici, doppi (che creano cioè tue tagli contemporaneamente), con estrusore e con impugnatura in silicone.

Per quanto riguarda le forme, ce ne sono davvero di tutti i tipi. A me piace usare dei set di forme a grandezza decrescente, per poter creare composizioni più movimentate. Le forme che useremo in questo volume sono la forma tonda e liscia e la forma a fiore.