cubo di Rubik di frutta

Nella presentazione dei cibi, così come nell’architettura, nel web design, nella fotografia e in altri ambiti creativi è necessario partire dalla scelta di uno stile.

Spesso basta prendere come riferimento lo stile del locale in cui si sta lavorando, dell’evento che si sta organizzando oppure della persona a cui si sta regalando una creazione. Quando si tratta di eventi è molto importante confrontarsi con chi organizza, per capire quali sono i temi, i materiali e i colori scelti per quell’evento.

Non tutte le creazioni si adeguano a tutti gli stili.

Facciamo qualche esempio utilizzando un classico vassoio di affettati. In uno stile ROMANTICO prenderebbe l’aspetto di una dama dell’Ottocento, con tanto di fiori e strascico.

dama di affettato

In uno stile SHABBY i materiali cambiano e così i colori:

Nello stile TRADIZIONALE le fette sono presentate su carta alimentare da bottega

e in quello RUSTICO non possono mancare la tovaglia rossa a quadri e materiali come il legno, il coccio o la juta.

L’impiattamento MODERNO privilegia invece colori scuri, forme geometriche e materiali come l’ardesia

mentre uno stile MINIMAL mette al centro dell’attenzione il prodotto, su base bianca, lasciando poco spazio ad altri colori e altri materiali.

Per saperne di più, iscrivetevi a un corso di Plating VisualFood o chiedete una lezione personalizzata nella nostra Academy di Modena.

Al prossimo post!

Rita Loccisano