RosaPomodoro800X533

 

Carissimi visualfoodies,

il Friday Food di oggi è dedicato ad una tecnica classica dell’intaglio.

Attraverso questa tecnica, seguendo le istruzioni del nostro tutorial, ricaverai dalla buccia del pomodoro un nastro che, arrotolato su se stesso, permetterà di creare un delicato fiore di rosa al quale ti basterà aggiungere due foglioline di basilico per realizzare una decorazione di sicuro effetto.

Ingredienti: 1 pomodoro maturo ma sodo

Strumenti: uno spelucchino

 

step1

Step1: Scegliete un pomodoro molto sodo e cominciate dal fondo, incidendo un cerchio sul lato opposto a quello dell’attaccatura del picciolo. Non tagliate completamente il cerchio, ma proseguite sul lato del pomodoro per tagliare una striscia, come vedete in foto.

step2

Step2: Continuate per tutta la circonferenza del pomodoro tagliando un’unica striscia di buccia. Cercate di ricavare una striscia sottile e regolare sia nello spessore che nella larghezza della striscia, che dev’essere alta poco più di un centimetro.

Se andate troppo a fondo con il coltello avrete una striscia con uno spessore troppo alto per essere piegato, quindi rimanete in superficie, se vi riesce.

step3

Step3: Terminate ricavando un codino che sarà il punto da cui cominceremo ad arrotolare la rosa.

step4

Step4: Piegate verso l’interno il codino per formare un angolo di 45° e cominciate ad arrotolare la buccia su se stessa. Questi primi giri devono essere molto stretti di modo che il bocciolo rimanga chiuso anche quando la rosa sarà aperta sul piatto.

step5

Step5: Proseguite arrotolando con molta più dolcezza il resto della buccia. Più lasciate lenti questi giri, più spazio ci sarà tra i petali e la rosa sarà bella.

Mentre arrotolate potete tenere la rosellina in mano tra dito pollice e dita medio e anulare oppure potete poggiarla sul tavolo da lavoro e arrotolarla dall’alto, come per svitare un tappo (se non siete mancini il movimento è in senso antiorario).

step6

Step6: Una volta arrivati all’altra estremità vi troverete il cerchio che avevate tagliato inizialmente. Fatelo scivolare sotto alla rosa, farà da base. La rosellina è terminata!

Se vi accorgete che l’avete stretta troppo o troppo poco potete regolare lo spazio tra i petali “avvitando” o “svitando” la rosellina.

Potete conservare la rosa in frigo, in un contenitore chiuso fino a quattro giorni. Spruzzatela con acqua prima di metterla in frigo. Oppure potete surgelarla e tirarla fuori al momento opportuno. Posizionatela nel piatto  accompagnandola con foglioline di basilico o foglie di cetriolo.