Gufo-scaloppine

Uno dei commenti che sentiamo più di frequente quando raccontiamo del nostro lavoro, è che in questo tipo di attività si produce molto spreco. Non è così nel VisualFood, che ha fatto del non-spreco uno dei suoi cavalli di battaglia. Ecco come la vediamo noi. 

1. PIATTI DA MANGIARE, NON DECORAZIONI

Innanzitutto i piatti VisualFood nascono come piatti da mangiare e non come abbellimenti del piatto o sculture da ammirare. Questa è una grande innovazione nel mondo della food art!

Certo, se avete in mente le sculture di burro o di pane o di zucche intagliate… sì, posso immaginare anch’io che l’associazione con il concetto di spreco sia naturale. Ma il VisualFood è diverso già in partenza. Il presupposto di ogni creazione è che sia prima di tutto un piatto da mangiare e quindi ci chiediamo quali saranno le occasioni di consumo (una festa? un aperitivo? una cena?) e in quale momento del pasto la creazione si inserirà (è un primo? una merenda? un dessert?).

2. RECUPERO DEGLI “SFRIDI”

Già in fase di progettazione ci preoccupiamo di utilizzare gli alimenti senza produrre sprechi. Prendete ad esempio le gufo-scaloppine della foto in alto: le fettine di carne sono state sagomate prima della cottura per ottenere la forma del gufo, ma i pezzetti tagliati via non sono stati buttati! Sono stati utilizzati per alcuni elementi del soggetto (es. piume sopracciliari) e quelli avanzati sono stati comunque cotti e messi alla base del piatto. Noi detestiamo lo spreco di cibo!

Non dobbiamo rinunciare alla parte ludica per paura di rovinare il cibo e di sprecare materia prima, dobbiamo ingegnerizzare le creazioni in modo che questo non avvenga ed è proprio questo il lavoro di ricerca e sviluppo che porto avanti con il mio team.

3. RIUTILIZZO DEGLI SCARTI

Noi creativi di VisualFood non ci limitiamo a pensare a come rendere accattivanti per l’occhio le ricette di tutti i giorni. Ci divertiamo anche a trasformare in risorsa quello che apparentemente sarebbe un rifiuto, come ad esempio le bucce di frutta e verdura.

cestino di avocado

E’ un passo in più che va nella direzione del non spreco, a cui teniamo tanto.

Spero di essere riuscita a spiegare come e perché VisualFood è diverso da qualsiasi altra arte forma di food art che già conoscete.

VisualFood è la versione moderna della forma di decorazione del piatto che è sempre esistita e che ora si veste di valori di rispetto per il cibo e per l’ambiente.

Al prossimo post!

Rita