Fiore di tagliatelle al ragù

Fiore di tagliatelle al ragù

Quando si tratta di servire la pasta a degli ospiti, tutti noi vorremmo essere dei grandi chef. Come fanno a mettere in modo così preciso e ordinato quegli spaghetti che a noi scappano da tutte le parti?

Come sempre, se conosci le tecniche, diventa facile. Ed eccone alcune molto semplici, che possiamo applicare anche noi comuni mortali nelle nostre minuscole cucine casalinghe.

1. FORCHETTA E CUCCHIAIO

La tecnica è molto semplice, si arrotolano sul cucchiaio piccole quantità di spaghetti…

spaghetti, forchetta e cucchiaio

…e si dispongono nel piatto in mucchietti, come in questo esempio:

spaghetti alle cozze in mucchietti

Nella versione VisualFood questi mucchietti prendono una forma e diventano, per esempio, un fiore.

Fiore di tagliatelle al ragù

2. MESTOLO E FORCHETTONE

Questa è la tecnica più nota ed è simile alla precedente, solo che al posto di forchetta e cucchiaio qui si utilizzano forchettoni o pinze da cucina e un mestolo.

In questo caso si crea un mucchietto unico che costituisce già la porzione per una persona. Questo video mostra bene il procedimento:

How to plate spaghetti like a pro

3. COPPAPASTA

Questa tecnica si può usare da sola o abbinata alla precedente. Si fa uso di un coppapasta tondo, posto direttamente nel piatto. La porzione di pasta, magari avvolta attorno a una pinza o un forchettone, viene adagiata al centro dello stampo.

impiattare gli spaghetti con coppapasta

Questa tecnica consente di avere porzioni più ordinate e mantenere pulita l’area del piatto intorno alla porzione di pasta.

4. PINZA DA CUCINA

La pinza da cucina, questa qui:

si può usare, come ti spiegavo al punto 2, per creare la porzione centrale individuale, ma… perché limitarsi alla disposizione in verticale? Arrotolando la pasta sulla lunghezza delle pinze si possono creare rotoli più lunghi da disporre orizzontalmente nel piatto, per un effetto più chic!

impiattare la pasta con una pinza

5. CONTENITORI

Infine, si può fare ricorso a contenitori e supporti che possano:

  • contenere la pasta, come ad esempio anelli di verdure, gusci di capesante e così via;
  • servire la pasta in porzioni quasi da finger food.

Ottimi in quest’ultimo caso i cucchiai da fingerfood con sopra il rotolino di pasta, oppure delle forchette con il boccone già avvolto e pronto per essere gustato.

spaghetti su forchetta

Consiglio in quest’ultimo caso ricette di paste buone da gustare a freddo.

Ora puoi anche tu impiattare gli spaghetti come un professionista!

Vuoi imparare tutte le regole dell’impiattamento moderno? Chiedici informazioni sul nostro prossimo corso di Plating VisualFood.

E per non perdere i nostri articoli, iscriviti alla nostra newsletter, per te in omaggio 5 tutorial per decorare i tuoi piatti!

Al prossimo post!

Rita Loccisano