Category Archives: Frutta VF

barchette di anguria

Barchette di anguria

barchette di anguria

Ecco un’idea semplice semplice per servire delle fette di anguria a tavola o in un buffet. Le barchette sono belle, comode e aggiungono tridimensionalità alle vostre tavole.

Per ottenerle basta tagliare in fette tonde il cocomero e poi tagliare le fette in triangoli… e per questo basta seguire la natura! Se guardi bene i dischi di anguria noterai 3 venature bianche che ti faranno da guida. Taglia in quel punto e avrai 3 triangoli della stessa grandezza. Dopodiché basterà asportare un triangolino di anguria da ogni lato del triangolo e il gioco è fatto!

Continua a leggere

vassoio di ananas

Cinque idee per una degustazione di frutta visual

centrotavola di melone e more

In questi giorni siamo a Rimini, in una fiera di settore che si chiama Macfrut. Ci troviamo all’interno dello stand del consorzio Apo Conerpo a preparare per conto di Valfrutta degustazioni di prodotto e creazioni VisualFood.

Allora mi è venuto in mente che potevo darvi qualche idea per servire anche a casa dei meravigliosi taglieri di frutta fresca VisualFood. Che si tratti di un buffet o di un pranzo tra amici, la frutta fresca è sempre gradita, soprattutto se già pulita e pronta per essere gustata! Ecco 5 idee VisualFood che vi faranno fare un figurone!

Continua a leggere

Decorare con la frutta il gelato – Torcia Olimpica

In questo tutorial vedremo come decorare con la frutta il gelato. La torcia olimpica è pronta ma… pochi tedofori riusciranno a farla arrivare intatta a destinazione. La versione VisualFood prevede frutta e gelato da gustare lungo il tragitto.

Inventate la vostra versione: non volete servire coni? Mettete il gelato nelle coppette e inserite le fiamme per creare il braciere olimpico.

Seguite passo passo gli step del foto tutorial che vi guideranno in soli 10 minuti nella preparazione della Torcia Olimpica. Continua a leggere

La Pera Gorgonzolosa!

PeraGorgonzola800X533

Per il Friday Food di oggi ho pensato di proporvi una creazione che, in linea con la migliore tradizione del VisualFood, è semplice e d’effetto, due aggettivi che vengono spesso abbinati alla nostra food art.

Si tratta della Pera Gorgonzolosa, una preparazione di stagione facilissima, velocissima e gustosissima!

Continua a leggere

Carpi 25 Maggio 2014

Ecco alcune foto del corso Bouquet di frutta che si è tenuto a Carpi (MO) il 25/5/2014.

unnamed

I corsisti, utilizzando qualche attrezzo messo loro a disposizione e seguendo i preziosi consigli del nostro docente Giovanni Tomaello Salvi, si sono cimentati nella creazione di un favoloso mazzo di fiori mille gusti (gusti frutta) e ne sono rimasti entusiasti.

Ringraziamo l’organizzatrice del corso Simona Vilardo del gruppo RYS per la disponibilità e il Ristorante La MIstica che ci ha accolto a braccia aperte.

Un corso VisualFood è un’esperienza unica dove  creatività e  cibo si fondono insieme.

Continua a leggere

Dimostrazioni 22-23/03/2014: Mondo Creativo (Fiera di Bologna)

IMG-20140322-WA0003

 

Fiera di Bologna, Il Mondo Creativo, 21/22/23 marzo 2014

 

Rita, Michela e Giovanni si sono alternati nel nostro stand con interessanti dimostrazioni gratuite.

 

Tante persone ci hanno chiesto consigli e idee per decorare la tavola. Abbiamo riscontrato davvero tanto interesse intorno alle nostre creazioni, Grazie a tutti i visitatori.

 

 

Continua a leggere

San Valentivo è vicino vicino….

…e un piatto fatto con amore vale più di mille parole!

l'omnio innamorato

Di per sè un piatto buono e saporito, anche se piccolo, anche uno stuzzichino fatto con le tue mani, comunica qualcosa di te. Tante volte, se è fatto con il cuore, diventa un gesto che gratifica più te che l’hai preparato che chi lo riceve. E’ l’effetto galvanizzante del gesto d’amore!

E se fosse preparato con il vestito delle feste? Provate! Mettete un vestitino VisualFood alla vostra piccola creatura commestibile e vedrete che effetto!

Ora offritela alla persona che più amate e poi guardate in basso e controllate se i vostri piedi non poggiano più a terra. E’ così? Eccerto! Perché…

…VisualFood vi mette le aliiiii!

Michela P.

Le pere fantasmine

pere intagliate in fantasmi

Ottobre è il mese di Halloween. Vi ripropongo questo VisualFood creato e pubblicato nel 2010. L’idea mi è venuta di notte, a letto, come spesso succede.

Sono dei fantasmini intagliati nelle pere William. Spaventosi come ogni fantasma degno di questo nome, solo che stavolta… saremo noi a mangiare loro!

Potete utilizzare le pere fantasmine in diversi modi:

  1. come segnaposto, eventualmente aggiungendo uno stecchino con il nome dell’ospite.
  2. come centrotavola,  preparandone tanti quanto sono gli ospiti. A fine pasto invitate poi gli ospiti a mangiarli come frutta, perché come ogni VisualFood che si rispetti queste non sono solo decorazioni, ma un piatto vero e proprio.
  3. come dessert, cotte in uno sciroppo d’acqua, zucchero, vino o Marsala secco e scorze di agrumi (a piacere anche chiodi di garofano). Cuocete per pochi minuti, poi lasciate a bagno le pere nello sciroppo fino al momento di servire (devono essere completamente immerse). Prima di servire nei piatti scolate e, a piacere, farcite con pan di spagna bagnato nel liquore e mescolato con gocce di cioccolato. Servite su uno specchio di cioccolato fuso mescolato a panna fresca (così non indurisce quando raffredda. Si chiama ganache) oppure su uno zabaione leggero. Vedrete che dessert!

Per evitare che le pere anneriscano mentre le preparate, seguite i suggerimenti che vi ho lasciato nel post delle pere design.

Per creare le venature che simulano le pieghe del lenzuolo potete usare anche un coltello triangolare, se l’avete. Incidete solo leggermente la superficie, senza andare a fondo.

Un piatto sano, nutriente e dietetico anche per la merenda dei bambini e non solo per il giorno di Halloween.

Volete sapere come fare?  Basta seguire le istruzioni passo passo che vi spiego in questo video:

Al prossimo post! Rita

Centrotavola di frutta autunnale VisualFood

Centrotavola autunnale VisualFood

Che belli i colori dell’autunno! Le foglie degli alberi si colorano di toni caldi e il sole è ancora caldo, fa venire voglia di fare lunghe passeggiate.

Io adoro l’autunno. Assieme alla primavera, è la mia stagione preferita.
Per dare il benvenuto all’autunno, nel 2010, ho pensato di creare un centrotavola VisualFood dai colori caldi composto di frutta di stagione.  Chi di voi mi seguiva sul precedente blog “A Mouse On The Table” già lo conosce, ma ve lo ripropongo perché in questo blog non l’avevo ancora pubblicato.

Le materie prime sono appunto frutti autunnali: mele, pere, uva, castagne… meglio se caldarroste. Ho voluto usare anche le fragole perché la loro forma mi sembra perfetta per il cappello di un fungo da favola, ma se preferite, visto che non sono di stagione, potete sostituirle tranquillamente con delle mezze susine o con prugne settembrine.

La frutta è accompagnata da foglie secche dal tipico colore autunnale, ben pulite, e da qualche riccio di castagna.

Nel video tutorial mi vedrete usare dei levatorsoli per creare i puntini colorati nei funghi… in realtà nel tempo ho affinato la tecnica e ho scoperto che viene ancora più facile se usate uno scavino parisienne di 18 mm di diametro.

Le mele e le pere, poi, le potete spennellare con succo di limone, come vedete nel video, ma le potete immergere anche in una grande ciotola o pentola con acqua fredda e un pugno di sale (grosso o fino non cambia, tanto si deve sciogliere), che eviterà che la frutta si ossidi pur non facendo diventare la frutta salata. E’ più comodo perché potete creare il sale ce l’avete sempre in casa, i limoni forse no.

Dunque, vi piace? Siete pronti a testarlo? Domenica prossima, allora, invece di servire la frutta in una ciotola, portate in tavola questa composizione VisualFood, sarà un bel modo per celebrare l’autunno e per dare il segno della festa. E vedrete che lascerete tutti a bocca aperta!

Ecco il video tutorial. Alla prossima!

La pera “design” e un contest

pera intagliata

Oggi voglio farvi vedere quanto sia facile trasformare una semplice pera in un oggetto di design. Vi basta avere lo strumento giusto. In questo caso un coltello triangolare che potete acquistare anche sul nostro shop a soli 7,00€.

Scegliete delle pere belle e regolari, possibilmente con almeno una fogliolina ancora attaccata al picciolo. A me personalmente piacciono molto le Abate, ma vanno bene anche altre varietà dalla forma affusolata.

Preparatevi una ciotola con abbondante acqua e un pugno di sale in cui immergere la frutta man mano che è pronta per evitare che ossidi. Non preoccupatevi, le pere non diventeranno salate. In alternativa al sale potete usare del succo di limone spennellato direttamente sui tagli con un pennello di silicone.

Molto importante è l’impugnatura del coltello. Dovete tenerlo molto vicino alla lama triangolare, con il lato tagliente rivolto verso il pollice e il pollice che fa sempre opposizione. Per disegnare le scanalature useremo solo uno spigolo del triangolo.

come_usare_il_coltello_triangolare

Per prima cosa pratichiamo un taglio alla base della pera e asportiamo una fettina sottile. Questo per permettere alla pera di stare in piedi.

taglio_alla_base  pera con foglia

Cominciamo dall’alto e disegniamo un movimento fluido che somiglia a quello di un’onda o di una S molto allungata. Iniziamo il taglio vicino al picciolo e ruotiamo la pera mano a mano che scendiamo verso il basso, in modo che il taglio finisca un paio di centimetri più a sinistra di dove siamo partiti (se siete mancini il movimento sarà da sinistra a destra).

pera_design_intagliata_1pera_intagliata_design

Proseguite su tutta la pera, alternando una striscia di buccia a un taglio.

pera_design_intagliata_2

Mettete in acqua e sale per qualche minuto (o fino al momento dell’uso, se la preparate con qualche ora di anticipo). Prima di servire asciugate la pera.

VARIANTI

Le varianti possono essere infinite e possono riguardare il decoro sulla pera quanto il suo uso.

Ad esempio, invece delle S potremmo intagliare un’unica spirale, oppure delle spirali concentriche sui vari lati della pera,

 pera_intagliata_spirale   pera

oppure ancora tagliarla a scacchi con quadrati bianchi alternati a quadrati di buccia.

pera_a_scacchi_1 pera_a_scacchi_2 pera_a_scacchi_3

Riguardo all’uso… io ve l’ho proposta come una semplice e veloce decorazione per un vassoio di formaggi, ma potrebbe tranquillamente diventare un dessert cuocendo la pera nel vino aromatizzato con agrumi e aromi (cannella, chiodi di garofano) e zucchero oppure svuotandola dal basso con un coltello parisienne e farcendola con crema, cioccolata e pan di spagna aromatizzati con liquore (una volta cotte in uno sciroppo di zucchero o al forno).

Se cuocete la pera nel vino rosso le parti scavate prenderanno il colore del vino. Potete finire di sbucciare la pera per avere delle striature alternate bianco e rosso. La stessa cosa vale se utilizzate altri motivi, come gli scacchi, dei cerchi, dei triangoli e altri tipi di spirale.

pere_design

CONTEST

Scatenate la vostra fantasia, ragazzi e fatemi vedere cosa sapete fare! Aspetto le vostre proposte qui o sul nostro gruppone Facebook “Quelli del VisualFood“. Una giuria di 3 esperti valuterà le proposte e l’idea più originale e meglio presentata (a nostro giudizio, ovviamente) sarà premiata con un set di 18 attrezzi da intaglio dal valore di 30,00€ (o altri attrezzi per pari valore, se il kit lo avete già).

Per partecipare lasciate un commento qui sotto e pubblicate la vostra foto sul gruppo Facebook entro il 30 ottobre. Non vedo l’ora di vedere le vostre foto!

A presto, allora!

Rita

Quando i frutti si credono animali

banane visualfood

Il 12 settembre scorso eravamo presenti all’evento che Nestlé Italia ha organizzato per lanciare il nuovo cereale “Cookie Crisp – Il cereale che si crede un biscotto”.

immagine della confezione Cookie Crisp

Nestlé ci ha scelti per accompagnare la presentazione alla stampa del suo nuovo prodotto con uno showcooking VisualFood, dandoci come tema e mandato la realizzazione di frutta che… si credeva qualcos’altro, per stare perfettamente in linea sia con lo slogan del prodotto che con il tema della colazione.

E allora ci siamo sbizzarriti creando con:

  • banane (delfino di banana, bassotto di banana, papera di banana, piovra di banana),
  • fichi (un simpatico koala di fichi),
  • pesche (un gattino di pesche),
  • pere (i fantasmini di pera, il topopera, l’uccellino di pera in gabbia, le foche di pera, la lampada di Aladino di pera),
  • melone (l’igloo di melone, il pulcino di melone giallo e il tartamelone, ovvero la tartaruga fatta di melone),
  • anguria (lo squalo cocomero),
  • albicocche (le coccinelle di albicocca),
  • uva (i pinguini d’uva nera e i serpenti d’uva bianca),
  • mele (la farfalla e il cigno di mela)

Eccovi le foto. Buona visione e alla prossima!

 

Centrotavola di Anguria – servire l’anguria senza essere banali!

Centrotavola di Anguria – Quanto è buona l’anguria… fresca, dissetante… d’estate è proprio un piacere mangiarne una fetta a fine pasto o a metà pomeriggio. Ma… come presentare in tavola le fette di anguria senza essere banali?

Semplice! Basta applicare qualche tecnica VisualFood e il cocomero, da banale piatto di frutta, si trasforma un fantastico centrotavola! Perfetto anche come centrotavola di Ferragosto. Ecco come fare un Centrotavola di Anguria Continua a leggere

Visual-Fingerfood: le rose di pesca e melone

fingerfood_di_pesca-e-melone

Carissimi VisualFoodies,

il Ferragosto si avvicina. A quanti di voi stanno pensando di festeggiare invitando amici e parenti dedico un paio di idee per rendere i vostri piatti e la vostra tavola più “visual”.

Cominciamo con dei fingerfood di frutta. Che ne dite di queste rose di pesca e melone?

rose_di_pesca_e_melone

Vi assicuro che non sono solo bellissime da vedere, ma anche deliziose: l’abbinamento pesca e melone è più che mai indovinato! Qui sono servite su un letto di ghiaccio, perché si mantengano fresche. Un trucco perché il ghiaccio si sciolga meno velocemente? Stendete sul fondo della ciotola uno strato di circa 2 cm di sale grosso. Curioso, no?

Nel ghiaccio ho messo anche qualche foglia di menta glaciale, per un tocco di verde (che sta sempre bene).

fingerfood_di_pesca-e-melone_VisualFood

La tecnica è semplice, ma applicata sulla frutta richiede un po’ più d’impegno perché la frutta tende a scivolare via dalle mani, quindi esercitatevi un pochino e fate qualche prova prima, per acquisire la manualità che vi consentirà di agire più velocemente il giorno dei preparativi.

Un ultimo consiglio: infilzate le rose con spiedini da 15 o 20 cm e usateli per aromatizzare il vino (il famoso vino alle pesche che si usa tanto fare al Sud), decorare i vostri cocktail o aggiungere alla sangria. Vedrete che effetto!

Vi lascio al video-tutorial e vi aspetto nel prossimo post, dove vi farò vedere come servire l’anguria in modo molto creativo, grazie al VisualFood®. Alla prossima!  Rita

Centrotavola di frutta estiva VisualFood

Ecco un fresco e succoso centrotavola di frutta estiva, bello da vedere e buono da mangiare… in una parola, VisualFood©!

centrotavola di melone e ciliegie

Melone e ciliegie sono gli ingredienti che ho usato io, ma voi potete variare a vostro piacimento e in base alla frutta che avete a disposizione. Se non trovate i duroni, infatti, potete usare dell’uva, dei frutti di bosco o palline di frutta.

fiore di melone e frutti di bosco

Il melone può anch’esso essere sostituito in un’altra stagione con del melone giallo invernale o pera.

Potete preparare il centrotavola anche con un giorno di anticipo: ricoprite la composizione di pellicola per alimenti e tenete in frigo fino al momento di servire. Il centrotavola che vedete nella foto l’ho preparato di sabato, l’ho coperto con pellicola superaderente per fare in modo che i pezzi non si spostassero e il giorno dopo l’ho portato a un picnic. Non vi dico la sorpresa! Un po’ perché nessuno se lo aspettava, un po’ perché ha reso più bella e creativa anche la semplice tavolata del picnic e un po’ per la comodità di trovarsi tanta frutta fresca e matura già sbucciata e pronta da mangiare. E’ sparito nel giro di pochi minuti.
Io lo trovo anche perfetto per un brunch domenicale, accompagnato da muffin, focacce, torte dolci e salate. E tanto caffè, naturalmente.

Spero di avervi dato una buona idea. Vi lascio al filmato con le istruzioni passo passo per realizzare questa composizione di frutta estiva.

Per gli amanti del tutorial fotografico ecco le istruzioni per iscritto e un’immagine riassuntiva che potete anche condividere su Pinterest, Pinspire, Facebook e ovunque volete.

tutorial centrotavola di melone

Centrotavola VisualFood con melone e frutta estiva

Ingredienti x 4 ps:

  • un melone
  • frutta estiva a piacere quale ciliegie, frutti di bosco, uva rossa o nera

Attrezzature e materiali:

Procedimento:

1. Pelare bene il melone eliminando la parte di buccia fibrosa (se vi viene scomodo potete sbucciare successivamente le singole fette)
2. Tagliare in due il melone orizzontalmente e pulirlo dai semi.
3. Tagliare ognuna delle due metà come se fosse una torta, ricavando tante fettine alte circa 1,5 cm.
4. Disporre una prima fila di fettine attorno al bordo del piatto mettendo la punta della fetta verso il centro, come illustrato in foto.
5. Una volta completato il primo giro di fette fatene un secondo posizionando le fette sulle precedenti, ma più in basso e spostate verso il centro, in modo da far vedere i “petali” del primo giro.
6. Riempite il centro con frutta scura a piacere, come frutti di bosco, uva nera o ciliegie.

Conservazione
Potete preparare il centrotavola con diverse ore di anticipo. Avvolgete il piatto di pellicola per alimenti e conservate in frigo fino al momento dell’uso.

Tips
Per servire un numero maggiore di persone usate un piatto più grande e create più strati di fette (3 o 4 invece di 2).
Questo piatto può diventare un antipasto se al centro, al posto della frutta , metterete una rosa di prosciutto crudo.

Buona estate e buon divertimento con il VisualFood®!

Rose di fragola per la festa della mamma

cestino di limone con rose di fragola

Oggi voglio presentarvi, cari amici VisualFoodies, un visual-dessert per la festa della mamma.

Si tratta di un cestino di pompelmo ripieno di crema al limone e decorato con deliziose roselline di fragola. Sia il cestino che le rose sono molto semplici da realizzare, a patto di avere coltelli ben affilati.

Vi lascio al video e auguro a tutte le mamme una felice festa!

Le lezioni di VisualFood al Cescot di Siena

foto di gruppo

Venerdì si è svolta la prima delle due lezioni di VisualFood inserite nel corso di pasticceria di base dell’ente di formazione professionale Cescot di Siena.

La classe è stata davvero accogliente, ho trovato persone entusiaste e desiderose di imparare. In alto la foto con una parte dei partecipanti (mancano 3 persone che erano già andate via).

A cosa abbiamo lavorato? Questa prima lezione era dedicata all’apprendimento di tecniche di intaglio per decorare torte e crostate di frutta. Ecco alcune foto dei lavori fatti: